Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis Theme natoque

Instagram

Spazionova > Concorso Ponte Manetti

Concorso Ponte Manetti

Architettura

Progetto per il concorso di Progettazione per un nuovo ponte ciclo-pedonale nella sede del “Ponte Leopoldo II “.  In coerenza con gli obiettivi richiamati nel bando di concorso, il progetto prevede la realizzazione di un ponte che consenta il collegamento tra il complesso monumentale della Villa Medicea di Poggio a Caiano ( Giuliano da Sangallo 1480 ) con le Cascine di Tavola ( 1470 ). Partendo quindi dalla richiesta di un ponte ciclo-pedonale abbiamo così individuato gli aspetti principali del nostro progetto (vedi Allegato 1: Concept) relativamente alle varie questioni da affrontare: – Suddivisione su due livelli. – Percorso attrezzato per piccole e brevi soste: tipo panchina. – Sviluppo planimetrico del ponte secondo un andamento non simmetrico. – Presenza di più di un tracciato da percorrere. – Semplicità del tracciato sia per il percorso ciclabile che pedonale. – Importanza all’illuminazione. – Trame interessanti per la copertura che richiamano la vegetazione. – Struttura semplice preferibilmente scarica ai lati. – Struttura in acciaio. – Materiali: Cor-ten, acciaio, legno. il nuovo ponte ciclo-pedonale vuole essere un mezzo diverso, quindi, un ambiente sicuro e accogliente, da vivere in vari momenti della giornata, della settimana e della vita (infanzia, vecchiaia) per riscoprire la bellezza delle risorse naturali, e anche la praticità e l’economicità dello spostarsi a piedi e in bicicletta. Il progetto intende proporsi come momento iniziale di un processo di riqualificazione paesaggistica, funzionale e ambientale. Interpretiamo il concorso come l’occasione di riscoprire una modalità diversa nel rapporto con il territorio. La pista ciclabile si inserisce infatti in un contesto naturale circondato da un sistema complesso in cui sono compresenti aree urbanizzate, infrastrutture viarie importanti oltre che un paesaggio naturale ricco. Il ponte segna con leggerezza il recupero di una nuova attenzione alla dimensione umana e naturale, ed esprime la possibilità concreta di ritrovare nuovi simboli, tecnicamente ed esteticamente rilevanti.

spnv